TRENTATRE GALASSIE. Lorenzo Cabral

di Lorenzo Cabral

Via il lenzuolo

respirarsi ammutoliti

restare nella nostra notte

(pericolo la luce

che allontana le labbra)

II mondo è solo

un intervallo troppo lungo

fra quando ti ho respirato

e quando ti respirerò

**

Trentatré galassie

e torni limpida

dall’ombra

la terra smette di lacerarsi

nella stanza mi resti

avvinta

Non maschere

non muri

le pietre nella mente ora sono morbidi

cuscini dove smarrirmi

ti svesto gridi di gioia voli

dentro di me

**

Ogni vita è un atto d’amore

chi lo visse fra le ombre

chi per un attimo lucente

chi nell’incubo di aspettarlo

chi sognandone la magia

Niente parole

solo baci di cui non si prevede la fine

lo specchio denso dei nostri fiati

noi

ammutoliti

Inizia la nostra biografia

prendimi fra le braccia

**

Una camera 33

in ogni amore segreto

forse davvero esiste

in qualche città vicino

a una torre

Se davvero la troveremo

dalle unghie dei piedi

ai lobi delle orecchie

baciamoci

senza pensare

una fine

restiamo

tramortiti

le gambe molli le lenzuola calde

le briciole sui cuscini

tu fra le mie gambe all’infinito

io nelle tue cosce bevendo

limpido tutto l’odore

**

La tua lingua nei miei occhi

e l’aria

torna aria

dopo anni di pietre

il mondo

si capovolge

torna senza enigmi

luminoso come ora noi

Ti bacio

come fosse passata soltanto un’ora

e i morti avessero smesso di morire

e tornasse viva per la seconda volta

oggi solo per noi

l’aria

**

L’aria è un dio

quando mi carezzi il petto

e tu la dea di quel dio

i piedi toccano il muro

respirami

dentro

spalancami

nella tua pelle

senza di te morirei

ma risorgo in te

chiudiamo fuori dalla porta i morti

hanno smesso di amarsi

spogliamoci

restiamo nudi

immortali

***

Poesie di Lorenzo Cabral scritte per Clara Desez (1979). Viene evocata la “Camera 33” dell’Albergo La Villetta, a Montevideo, dove si amarono. La traduzione dall’uruguayano è a cura di Lisa Consalvo Lima.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...