MORTE. Emily Brontë

(traduzione di Alfonso Guida)

Salisbury Cathedral from the Meadows, 1831, John Constable

Morte, il tuo colpo giunse

quando più ebbi fiducia nella gioia

di essere- colpisci, colpisci ancora,

ramo secco e diviso

dalla fresca radice dell’eterno.

Sul ramo del tempo foglie crescevano

luminosamente, piene di linfa,

di rugiada argento. Gli uccelli, a notte,

sotto il suo riparo, si radunavano

e ogni giorno, intorno ai suoi fiori, l’ape

selvatica volava.

Il dolore è passato e ha colto il fiore

d’oro, la colpa ha spogliato il fogliame

del suo orgoglio, ma nel cuore benevolo

del suo creatore fluì

per sempre la marea

ristoratrice della vita. Poco

piansi per la gioia spezzata, il nido

vuoto e il canto silenzioso. Era lì

la speranza col suo sorriso triste,

sussurrava: “non indugerà a lungo

l’inverno”. Ed ecco, una benedizione

dieci volte più alta e la primavera

tornò zampilli ricchi di bellezza,

vento e pioggia, caldo acceso, carezze,

offrì la gloria in quel secondo maggio.

Si sollevò- nessun dolore avrebbe

potuto spazzarlo, il peccato pieno

di sgomento per la distanza dal suo

splendore. La vita, la stessa vita

dell’amore, custodiva il potere

di preservarlo da ogni male e da ogni

ferita tranne la tua.

Morte crudele! Le giovani foglie

cadono, perdono vigore, l’aria

dolce della sera ancora ristora-

no, il sole del mattino si fa beffe

del mio male- il tempo, per me, non deve

più sbocciare. Abbàttilo, che altri rami

possano fiorire ancora dov’era

quell’alberello morto, così almeno

nutrirà, col suo cadavere muffo,

quello da cui è nata- l’eternità.

(1843)

John Constable, Sky Study with a Shaft of Sunlight, The Fitzwilliam Museum
Alfonso Guida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...