Nessuno, ma ti attende

di Dario Capello

Poesia-collage per Il mese dopo l’ultimo

Immagine dal film Street of Crocodiles, di Stephen e Timothy Quay, 1986, ispirato al racconto di Bruno Schulz, La via dei Coccodrilli

*

Nessuno, ma ti attende

il segreto del suono –

dove non accade nulla

chi non cerca viene

trovato in un battito di ciglia.

Una giornata di vento – Un bosco – Eccoti.

Laggiù.

Nel passo successivo mostri

le voci sbalordite, quelle

che iniziano

«capisco solo il corpo scosso

che traballa, e la chiarezza

di un cielo nerissimo

quando vigila

le soglie del pensiero, sull’affanno»

(è arrivato a percepire una schiena,

un ramo di pesco, poi un coltello:

«perché porti uno specchio con te?»).

(3 gennaio 2002)

Praga, Labirinto di specchi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...