Adagia

di Wallace Stevens

Adagia*

a cura e con traduzione di Elio Grasso

Le prose varie (aforismi, commedie, brevi saggi e note) di Wallace Stevens sono pressoché tutte comprese in Opus Posthumous, grosso volume edito da Knopf e curato da Milton J. Bates. La parte poetica di questa raccolta, pubblicata per la prima volta nel 1957 (a cura di S.F. Morse), due anni dopo la morte del poeta e giunta alla settima edizione, è conosciuta in Italia grazie all’opera di traduzione condotta da Massimo Bacigalupo (Il mondo come meditazione e Harmonium).

Gli aforismi, i cosiddetti Adagia, costituiscono senza dubbio la parte più interessante di tutto il corpus perché ci permettono di accedere ai taccuini giornalieri di Stevens, di cui si serviva per comporre le sue poesie. Ma l’interesse, si capisce, non si ferma alla semplice curiosità, al comprensibile desiderio di sfogliare le carte di uno scrittore eccezionale, soprattutto se poeta. Il mondo di Stevens, lui stesso lo suggerisce, si colloca in una sorta di continuum robusto e apparentemente privo di implicazioni romantiche. Stevens affronta la realtà, il suo reale, in modo naturalmente profondo, liberandosi fin dall’inizio da ogni decorazione sentimentale. La sua famosa riservatezza sembra protetta anche in questi appunti affatto personali. Egli capisce che la fedeltà alla poesia nasce proprio da qui, dal privilegiare innanzitutto l’esperienza di una scrittura che, per la maggior parte del suo essere, tende a illustrare in modo raffinato un presente vitale.

Stevens lascia da parte quei procedimenti esplicativi che proprio alcuni critici vorrebbero strappargli. Egli sa che il mondo potrebbe essere anche più orribile di quanto riusciamo a comprendere: la sua Roccia, dalla precisa architettura, si pone come ulteriore ragione, sicuramente contraria alle divagazioni gratuite. Si tratta, ora, di chiedere a queste pagine la capacità di sostenere con un minimo di biografia la prioritaria riflessione delle opere poetiche, di slegarsi dalla sincera qualità di una mente, predisponendo il futuro salutare.

E. G.

* Nel volume Opus Posthumous: Poems, Plays, Prose (Knopf, 1957 e segg.) è riportato il testo completo del taccuino manoscritto intitolato Adagia I e Adagia II. La Nota sulla poesia introduceva undici poesie di Stevens in The Oxford Anthology of American Literature (1938). Ora in Opus Posthumous.

**

Da Adagia I

The poet makes silk dresses out of worms.

Il poeta produce abiti di seta lontano dai bachi.

The public of the poet. The public of the organist is the church in which he improvises.

Il pubblico del poeta. Il pubblico dell’organista è la chiesa in cui egli improvvisa.

Merit in poets is as boring as merit in people.

Il valore dei poeti è noioso quanto il valore della gente.

An attractive view: The aspects of earth of interest to a poet are the casual ones, as light or color, images.

Una veduta attraente: gli aspetti della terra che interessano il poeta sono casuali, come la luce e il colore, immagini.

It is life that we are trying to get at in poetry.

E’ la vita che cerchiamo di raggiungere nella poesia.

The poet seems to confer his identity on the reader. It is easiest to recognize this when listening to music – I mean this sort of thing: the tranference.

Il poeta sembra conferire la sua identità al lettore. E’ più semplice da capire quando si ascolta della musica – voglio dire, una sorta di calco.

A poem is a meteor.

Una poesia è una meteora.

Art involves vastly more than the sense of beauty.

L’arte coinvolge più estesamente che il senso della bellezza.

Life is the reflection of literature.

La vita è il riflesso della letteratura.

Poetry and materia poetica are interchangeable terms.

Poesia e materia poetica sono termini intercambiabili.

Poetry is not personal.

La poesia non è personale.

The earth is not a building but a body.

La terra non è una costruzione ma un corpo.

Poetry is a means of redemption.

La poesia è un mezzo di redenzione.

The poet must come at least as the miraculous beast and, at his best, as the miraculous man.

Il poeta dovrebbe diventare almeno come un animale prodigioso e, al suo meglio, come un uomo prodigioso.

Weather is a sense of nature. Poetry is a sense.

Il clima è un senso della natura. La poesia è un senso.

Abstraction is a part of idealism. It is in that sense that is ugly.

L’astrazione è una parte dell’idealismo. E’ in questo senso che essa appare sgradevole.

In poetry at least the imagination must not detach itself from reality.

In poesia almeno l’immaginazione non dovrebbe distaccarsi dalla realtà.

It is the belief and not the god that counts.

E’ la fede e non il dio che conta.

Poetry must be irrational.

La poesia deve essere irrazionale.

Poetry increases the feeling for reality.

La poesia accresce la simpatia per la realtà.

As the reason destroys, the poet must create.

Così come la ragione distrugge, il poeta dovrebbe creare.

Poetry has to be something more than a conception of the mind. It has to be a revelation of nature. Conceptions are artificial. Perceptions are essential.

La poesia è qualcosa di più che un concetto della mente. E’ una rivelazione della natura. I concetti sono artificiali. Le percezioni sono essenziali.

There is no difference between god and his temple.

Non c’è differenza fra dio e il suo tempio.

Money is a kind of poetry.

Il denaro è una specie di poesia.

It is not every day that the world arranges itself in a poem.

Non tutti i giorni il mondo si accomoda in una poesia.

The death of one god is the death of all.

La morte di un dio è la morte di tutti.

Everything tends to become real; or everything moves in the direction of reality.

Ogni cosa tende a divenire reale; ossia ogni cosa si muove in direzione della realtà.

A poet looks at the world somewhat as a man looks at a woman.

Un poeta guarda il mondo almeno quanto un uomo guarda una donna.

Poetry is the sum of its attributes.

La poesia è la somma dei suoi caratteri.

The ultimate value is reality.

Il valore ultimo è realtà.

Poetry is a purging of the world’s poverty and change and evil and death. It is a present perfecting, a satisfaction in the irremediable poverty of life.

La poesia è purificatrice della povertà mondiale e muta il maligno e la morte. E’ un presente che migliora, una soddisfazione nell’irrimediabile povertà della vita.

Hermit of poetry.

Eremita di poesia.

The poet is the stronger life.

Il poeta è la più robusta vita.

The body is the great poem.

Il corpo è la poesia più grande.

The poet is the priest of the invisible.

Il poeta è il vicario dell’invisibile.

Romanticism is to poetry what the decorative is to painting.

Il romanticismo sta alla poesia come la decorazione alla pittura.

The poet must not adapt his experience to that of the philosopher.

Il poeta non dovrebbe adattare la sua esperienza a quella del filosofo.

Description is an element, like air or water.

La descrizione è un elemento, come l’aria o l’acqua.

Words are the only melodeon.

Le parole sono l’unico armonium.

da Adagia II

The world is a force, not a presence.

Il mondo è una forza, non una presenza.

Poetry is a search for the inexplicable.

La poesia è la ricerca dell’inspiegabile.

Poems are new subjects.

Le poesie sono nuovi soggetti.

Every poem is a poem within a poem: the poem of the idea within the poem of the words.

Ogni poesia è una poesia dentro una poesia: la poesia dell’idea dentro la poesia delle parole.

On the death of some men the world reverts to ignorance.

Sulla morte degli uomini il mondo regredisce all’ignoranza.

To sit in a park and listen to the locusts; to sit in a park and hear church-bells – two pasts or one present and one past?

Seduti in un parco ad ascoltare le locuste; seduti in un parco ad ascoltare le campane – due passati o un presente e un passato?

There is a nature that absorbs the mixedness of metaphors.

C’è una natura che assorbe l’incertezza delle metafore.

Poetry is a cure of the mind.

La poesia è una cura della mente.

Poetry is a health.

Poesia è salute.

A Note on Poetry

My intention in poetry is to write poetry: to reach and express that which, without any particular definition, everyone recognizes to be poetry, and to do this because I feel the need of doing it.

There is such a complete freedom now-a-days in respect to technique that I am rather inclined to disregard form so long as I am free and can express myself freely. I don’t know of anything, respecting form, that makes much difference. The essential thing in form is to be free in whatever form is used. A free form does not assure freedom. As a form, it is just one more form. So that it comes to this, I suppose, that I believe in freedom regardless of form.

Nota sulla poesia

Il mio intento poetico è scrivere poesia: senza una particolare definizione, raggiungere ed esprimere quanto ognuno riconosce come poesia, e farlo perché lo sento necessario.

Oggi c’è una così completa libertà nei riguardi della tecnica che sono portato a non curarmi della forma, purché sia libero e possa esprimermi liberamente. Non conosco nulla, riguardo alla forma, che origini qualche differenza. L’essenziale nella forma è la libertà, qualunque forma venga usata. Una forma libera non assicura libertà. Così come una forma è proprio una forma ancora. Per questo presumo di avere piena fiducia nell’incurante libertà della forma.

EPSON MFP image

*I testi sono tratti da: Wallace Stevens, Aforismi e prose, Edizioni Ripostes Salerno-Roma, 1992.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...